giovedì

1

settembre 2016

0

COMMENTI

L’abbigliamento giusto per chi inizia ad andare in montagna

Scritto da , Pubblicato in Blog

Condividi: Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on Pinterest

Iniziare a fare trekking o hiking in montagna significa concentrarsi sulla scelta dell’abbigliamento giusto. Purtroppo sono tante le persone che, pur avendo alle spalle un’attitudine alla pratica sportiva, trascurano questo aspetto.

Sarà che la montagna non è un ambiente dove mettere in primo piano la velocità, ma sta il fatto che, nonostante le numerose campagne relative alla scelta di un’attrezzatura e di un abbigliamento adeguati, si sentono ancora tantissime persone che affermano di prepararsi ai sentieri senza nessuna attenzione a tali punti.

Come scegliere senza sbagliare? Prima di tutto partendo dall’analisi della propria attitudine all’allenamento. Anche la persona più sportiva può fare fatica quando entra in contatto per la prima volta con il mondo dei sentieri, motivo per cui è necessario tenere conto di questo aspetto e partire in maniera graduale.

In questa fase della preparazione è necessario scegliere con cura il giaccone – su Oddlot ne trovate numerosi e di brand specializzati nel settore del trekking in montagna, trova i capi migliori nel nostro store  – per il quale è bene dare spazio a un piccolo investimento per una prova.

Sì, avete capito bene: se siete alle prime armi con il mondo della montagna non potete non testare l’abbigliamento, che deve essere scelto sulla base dell’intensità dell’allenamento. Questo vuol dire, come sopra specificato, preventivare un budget da investire per acquistare un giubbotto da montagna e vedere se protegge in caso di escursioni dai 400 ai 500 metri di dislivello, il punto di partenza ideale per chi non ha mai avuto a che fare con il mondo del trekking ma ha già una confidenza con lo sport.

abbigliamento montagna 3

Questa fase iniziale deve durare circa due settimane e, se si rivela efficace, può essere seguita da escursioni fino a 700 metri di dislivello e via fino ai 1000. In tutto questo, come già ricordato, è molto importante la scelta del giaccone giusto.

Come sceglierlo al meglio? Prima di tutto scegliendo una soluzione integrale il più impermeabile possibile. Capita infatti spesso di sentire persone che consigliano di andare in montagna indossando una giacca e sopra un guscio impermeabile in Goretex.

Si tratta di un vantaggio perché comunque si hanno due capi differenti che possono essere utilizzati separatamente all’occorrenza, ma di una scomodità perché comunque non si tratta di un capo unico. Esistono tanti brand che offrono giubbotti da trekking sufficientemente impermeabili, concentrando in un unico capo la vestibilità e la comodità di due.

Un particolare che non dovete assolutamente trascurare nella scelta del vostro giubbotto da trekking è il cappuccio. Per evitare problemi durante le camminate e le arrampicate è consigliabile evitare quelli rimovibili, che proteggono davvero poco.

Il cappuccio è invece importantissimo, motivo per cui è bene sceglierne uno che sia sufficientemente in grado di proteggere ma che, nel contempo, non ostacoli la vista. Entriamo ancora di più nel dettaglio parlando dei  cordini. Fondamentali per regolare il cappuccio, devono anche essere fissati alla giacca per evitare che arrivino in faccia non appena si alza un po’ di vento.

Il consiglio, chiaramente, è quello di controllare questo aspetto quando si acquista e si prova la giacca.

Ovviamente la scelta della giacca da montagna non è l’unica alla quale prestare attenzione quando si acquista l’abbigliamento per andare a fare trekking. In questo caso è bene concentrarsi perché esistono capi di abbigliamento molto sottovalutati.

Uno di questi è la maglietta, che va scelto con attenzione in quanto è pure quello a maggior contatto con il corpo.

La maglietta perfetta per chi inizia a fare trekking in montagna – ma anche per chi ha già una buona confidenza con questa pratica – deve garantire un buon livello di traspirazione, il che significa comunque non lasciare in alcun modo la fastidiosa sensazione di bagnato che capita di avvertire con magliette in materiali diversi dalla lana merinos.

Da non dimenticare mai è una maglietta a maniche lunghe nello zaino, da utilizzare quando si alza un po’ il vento! Ora che l’abbigliamento è completo è arrivato il momento di partire, cosa ne dite?

abbigliamento montagna 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *